Lacrime di coccodrillo

Al Ministro dell'Ambiente,

Leggo con incontenibile irritazione le dichiarazioni da lei rilasciate al quotidiano L'Adige. Il suo è  il "pianto" del coccodrillo.  Lei è corresponsabile di questa morte, per aver ceduto a richieste, pressioni e domande di una politica locale che rappresenta in maniera inidonea ed inadeguata la popolazione trentina che meriterebbe ben diversi  rappresentanti.

Lei ha autorizzato la cattura di Daniza affidata ad  una squadra di operatori i cui precedenti (altre due morti) avrebbero dovuto indurla a condizionare la cattura, semmai,  (da noi ripetutamente osteggiata) assegnandola  ed affidandola a persone meritevoli di credibilità e fiducia.

Ma, tant’è. In fin dei conti si tratta pur sempre di una BESTIA, che non merita particolari considerazioni; forse, nessuna. E dire, che il Corpo Forestale dello Stato, aveva sconsigliato il suo dicastero dal porre in essere la cattura. Ma quando mai un ministro pone attenzione al consiglio di affidabili esperti?  Non sia mai, specie se costoro dipendono da altro ministero, di diverso segno politico. L'umiltà è un dono, non una debolezza.

Bravo davvero il nostro Galletti. Ora, per cortesia, abbandoni l'ipocrita preoccupazione per quei cuccioli la cui fine è fin troppo agevole prevedere.

I miei...complimenti.

Adriano Pellegrini - Presidente E.P.P.A.A. (Ente Provinciale Protezione Animali e Ambiente) di Trento

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Joomla templates by Joomlashine